Le origini

Capichera  sorge in un angolo di Sardegna, incastonata fra le rocce granitiche della Gallura, in uno scenario naturale  unico  che gronda di tradizioni storiche importanti e di grande fascino.

Sebbene la tradizione vitivinicola della famiglia Ragnedda avesse radici remote, e alcune vigne già crescessero in un territorio particolarmente vocato, è stato nei primi anni ’80 che Fabrizio e Mario intuiscono il grande potenziale del Vermentino vinificato in purezza e si accorgono che l’unione straordinaria di questo vitigno  con i suoli granitici vicini al mare  può dare vita a qualcosa di unico.

Capichera e il Vermentino

La storia di Capichera è la storia del Vermentino di qualità. Fabrizio e Mario Ragnedda, precorrendo i tempi, intuiscono il grande potenziale di questo vitigno, riuscendo ad ottenerne la massima espressione vinificandolo in purezza.  Da allora, anche con l’acquisizione di nuovi  terreni, a Capichera si procede, per la produzione dei bianchi, sulla strada del monovitigno: si impianta esclusivamente Vermentino.

I vigneti di Capichera, che  si trovano nelle regione nord-orientale della Sardegna,  una zona le cui caratteristiche e origini geologiche hanno determinato il paesaggio tipico ricco di rocce granitiche…

I vini

La filosofia in cantina di Capichera è uno dei segreti che ha reso possibile l’incredibile evoluzione dei vini. Grazie ad un preciso progetto che rivoluzionasse la concezione dei vini in Sardegna, specialmente dei bianchi, come il Vermentino di Gallura, Capichera ha cercato di rivisitare la concezione di maturità dei bianchi, considerati di pronta beva e di invecchiamento precoce. Ancora oggi molti bianchi, anche di grande struttura, soffrono l’erronea consapevolezza che il bevitore medio ha nei suoi confronti. Capichera fu la prima Azienda a provare, con notevole successo, l’affinamento in botte dei suoi Vermentini.

Vendemmia Tardiva

Nel 1990 Capichera commercializza il VT.

Il primo Vermentino in barriques al mondo.

Nacque dall’intuizione che queste uve, vinificate in legno di rovere francese, potessero dar vita ad un originale, grande vino bianco.

News

Doctor Wine, per mezzo di Daniele Cernilli, premia con il Faccino Santigaìni 2013 con il punteggio di 95/100. Anche in questo caso la premiazione ufficiale è ...

Slow Wine 2019 ci ha assegnato i seguenti riconoscimenti: BOTTIGLIA (simbolo assegnato a quell’azienda che ha espresso un’ottima qualità media per tutte le...

Albòri di Làmpata 2014 è stato premiato quest’anno con il Faccino Doctor Wine con un punteggio di 97/100 a seguito di una accurata selezione portata avanti...

Language »
shares